Piazza Libertà

Pin-A Il nostro tour comincia da Piazza Libertà.

È uno dei centri nevralgici del paese. Da essa si diramano via Matteotti, luogo di ritrovo dei giovani il weekend, Ico-PinBlackvia Amendola e via Crispi, ingresso ed uscita del centro storico, via Ettore Scimemi e via dei Mille che prima o poi quasi tutti i salemitani percorrono (in fondo alla strada infatti sorge il cimitero).

033

Di fronte a voi potete ammirare il convento con l’orologio che scandisce il tempo della città. Oltre la cancellata si trova la piccola chiesa di Ico-PinBlackS. Antonino, un paio di porte a sinistra troverete la sede della Pro Loco con il suo ufficio informazioni.

Un tempo al centro della piazza era presente una fontana soprannominata “u panaru” per la sua forma, mentre alle vostre spalle sorgeva l’autostazione con il bar e il calcio balilla demolita nella prima metà anni 90. Anticamente la piazza ospitava un’importante fiera.

Alla vostra sinistra la statua del patrono San Nicola che vigila sulla piazza. Una volta qualcuno ha affermato di aver visto la statua con la testa rivolta verso sinistra in direzione di via Matteotti. Se alzate lo sguardo, alla vostra destra ecco che svetta la torre cilindrica del Castello, meta finale del nostro tour.

La piazza è un luogo di ritrovo per anziani e nella maggior parte dell’anno è simile ad una piccola Wall Street. È possibile cogliere dibattiti sul mercato e l’economia locale, un gruppetto discute a quanto “nisciu l’ogghiu” (il prezzo dell’olio), poco lontano un altro quanto pagano “u furmento” o “a racina” (frumento e uva).

Durante la campagna elettorale è possibile assistere a comizi ascoltando i candidati che dal podio si cimentano in enfatici e coloriti esercizi di retorica.




È tempo di metterci in marcia. Costeggiate la piazza sulla destra ed imboccate Ico-PinBlackvia Amendola detta comunemente “a Strata Mastra”.

Benvenuti a Salemi.

 




Booking.com

Torna alla Mappa