Piazza Libertà

[:it]Pin-A Il nostro tour comincia da Piazza Libertà.

È uno dei centri nevralgici del paese. Da essa si diramano via Matteotti, luogo di ritrovo dei giovani il weekend, Ico-PinBlackvia Amendola e via Crispi, ingresso ed uscita del centro storico, via Ettore Scimemi e via dei Mille che prima o poi quasi tutti i salemitani percorrono (in fondo alla strada infatti sorge il cimitero).

033

Di fronte a voi potete ammirare il convento con l’orologio che scandisce il tempo della città. Oltre la cancellata si trova la piccola chiesa di Ico-PinBlackS. Antonino, un paio di porte a sinistra troverete la sede della Pro Loco con il suo ufficio informazioni.

Un tempo al centro della piazza era presente una fontana soprannominata “u panaru” per la sua forma, mentre alle vostre spalle sorgeva l’autostazione con il bar e il calcio balilla demolita nella prima metà anni 90. Anticamente la piazza ospitava un’importante fiera.

Alla vostra sinistra la statua del patrono San Nicola che vigila sulla piazza. Una volta qualcuno ha affermato di aver visto la statua con la testa rivolta verso sinistra in direzione di via Matteotti. Se alzate lo sguardo, alla vostra destra ecco che svetta la torre cilindrica del Castello, meta finale del nostro tour.

La piazza è un luogo di ritrovo per anziani e nella maggior parte dell’anno è simile ad una piccola Wall Street. È possibile cogliere dibattiti sul mercato e l’economia locale, un gruppetto discute a quanto “nisciu l’ogghiu” (il prezzo dell’olio), poco lontano un altro quanto pagano “u furmento” o “a racina” (frumento e uva).

Durante la campagna elettorale è possibile assistere a comizi ascoltando i candidati che dal podio si cimentano in enfatici e coloriti esercizi di retorica.




È tempo di metterci in marcia. Costeggiate la piazza sulla destra ed imboccate Ico-PinBlackvia Amendola detta comunemente “a Strata Mastra”.

Benvenuti a Salemi.

 




Booking.com

Torna alla Mappa

[:en]Pin-AOur tour begins from piazza Libertà.

It is the main square, this is the center point of Salemi, from here you do get access to all the main streets. Via Matteotti, with it’s characteristic large sidewalk is here where the young crowd meets during the weekends. Ico-PinBlackVia Amendola and via Crispi, which are respectively the entrance and the exit of the historic city center. Via Ettore Scimemi and Via dei Mille which sooner or later almost all the inhabitants will have to pass through, just down the road infact, it rises the cemetery.

033

In front of you stands the clock tower that marks the rhythm of the city (the clock it self doens’t work). Beyond the gate you find Ico-PinBlackSan Antonino church, a couple of doors down, here it is the headquarters of Pro Loco (tourist information office).

Once, at the center of piazza Libertà, rose a fountain, nicknamed, “u panaru” (The basket) named this way for it unusual shape. San Nicola statue it’s unmissible, stands on the side of piazza Libertà. It’s the protector of Salemi. It is narreted that on the night prior harvesting the crops the statue’s face turns towards the most produtive ground. If you turn around and look up to your right, here it is the iconic circle castel tower which is also the final destination of our tour.

The square is a meeting place for the elderly. Most of the year it resameble a small Wall Street. In fact if you walk trough it, you might catch few people debating about the local market and the local economy, while other groups are busy discussing what’s the current price of oil, not far away, yet another group might be inquiring on how much weat and grapes are going for.

During the election campaign the square it trasforms into an agorà, at this crucial time you can appretiate political rallies, Candidates voce out from a podium emphatic and colorful rhetorical exercises.




It’s time to begin our tour, at the main square go towards Ico-PinBlackvia Amendola also called “strada Mastra”.

Welcome to Salemi.

 



Booking.com

[:Si]Pin-AU nostru tour accumincia da Piazza Libertà.

È uno di li principali posti di lu paisi. Da u chiano partinu via Matteotti, dunni i fini simana s’arritrovano i picciotti, Ico-PinBlackvia Amendola e via Crispi, dunni si trasi e si nesci da lu centru storico, via Ettore Scimemi e via dei Mille chi prima o poi tutti i salemitani fanno (in funnu c’è u cimiteru).

033

Taliannu davanti putiti vidiri lu cunventu cu lu roggiu chi signa u tempu di la città. Darrè u cancellu a chiesa di Ico-PinBlackS. Antoninu e qualchi porta a manu manca l’ufficiu di la Pro Loco.

Na vota a centru di la chiazza c’era na funtana ditta “u panaru” pi la so furma e darrè a vuatri c’era l’autostazione di li corrieri sdirrupata a metà di l’anni 90. Anticamente ccà si facia n’impurtanti fera.

A sinistra a statua di Santa Nicola chi talia e proteggi lu chianu. Na vota uno iu cuntannu chi lu santu s’avia vutato pi taliari versu via Matteotti. Se aisate l’occhi a destra putiti vidiri a turri tunna di lu Ico-PinBlackcasteddu, dunni arriveremu a la fine.

Lu chianu è sempri chinu di vicchiareddi e duranti l’annu pari na piccola Wall Street. Si ponnu sentiri i cristiani cuntarisi a quantu nisciu l’ogghiu o a quantu pagaru u furmentu o a racina.

Quannu ci su l’elezioni veni muntatu lu palcu e li candidati ci’accchiananu supra e vuciannu cercanu di cunvinciri i cristiani cuntannu li megghiu minchate.




Ma ora accuminciamu sta caminata. Fati u giru e trasiti a destra in Ico-PinBlackvia Amendola ditta “Strata Mastra”.

Benvenuti a Salemi.

 



Booking.com

Torna alla Mappa

[:]