[:it]San Nicola[:en]St. Nicholas[:Si]San Nicola[:]

[:it]

Storia del Patronato

Secondo lo scrittore Stanislao Cremona la scelta di S. NICOLA come patrono di Salemi è da legare a un periodo triste della città. Le truppe di Carlo D’Angiò, di ritorno dalla spedizione di Tunisi, sbarcate a Trapani, divulgarono il morbo per tutto il territorio circostante e soprattutto in quello di Salemi. I salemitani ricostruita la loro città, semidistrutta dalle guerre tra Angioini ed Aragonesi combattute nel loro territorio, timorosi che un altro tremendo flagello venisse a turbare la loro avanzarono a Sua Santità Nicolò IV l’umile richiesta di un Santo patrono e protettore della loro. La richiesta venne accolta, ma il Papa volle che fosse la stessa città a sceglierlo.

Statua di San Nicola

Il Sorteggio

I salemitani, per non dar luogo ad inopportune preferenze, decisero di tirare a sorte il nome del santo. Scrissero infatti su pezzetti di carta i nomi di molti santi, li deposero in una piccola scatola e decisero che il primo nome di santo estratto sarebbe stato quello del loro Patrono. Alla presenza dei giurati del tempo fu estratto il nome di S. Nicola di Bari, forse delusi di questa scelta ripeterono l’operazione e per altre due volte sempre venne fuori il nome del glorioso del Vescovo di Mira. Allora la scelta di San Nicola a loro patrono fu accolta con gioia da parte dei Salemitani.

In suo onore si dedicò una fiera. Si narra, altresì, che per intercessione del Santo insieme alla Madonna, a San Biagio e San Francesco il paese di Salemi fu salvato dalla collera Dio voleva scagliare nel corso del 1740. Nella centralissima piazza della Libertà per ringraziare il Santo di avere protetto la città dal terremoto del 1794 fu innalzata una statua.

y1pmk2_pTUuXQoENwqymWXpmP_hykDZP7C9CJooL-VdfZMrzF_vvwga0uktr14cp2-NpyZv231V0Ac

La statua di San Nicola

Realizzata dallo scultore palermitano Gaetano Pennino, fu sistemata al centro della piazza nel 1795 come ringraziamento dei salemitani per essere scampati al terremoto del 4 settembre 1794. Poi, verso il 1930, fu spostata dove si trova adesso e restaurata in seguito ai danni subiti dal sisma del ’68.

Festa di San Nicola

In onore del santo patrono della città, San Nicola di Bari, si svolge Lu fistinu di San Nicola. La festa ricorre il 6 dicembre anche se anticamente veniva celebrata anche il 9 maggio, data della traslazione delle reliquie del santo e ultima domenica di maggio in cui si celebrava il patrocinio.

Stemma S Nicola


Torna in Piazza Libertà

[:en]History of the Patronage

According to writer Stanislao Cremona, S. NICOLA’s choice as patron of Salemi is to be linked to a sad period of the city. The troops of Carlo D’Angiò, returning from the expedition of Tunis, landed in Trapani, spread the disease throughout the surrounding area and especially in Salemi. The Salemites reconstructed their city, half-frightened by the wars between Angevin and Aragonese fought in their territory, fearing that another tremendous scourge would disturb their advancement to their Holiness Nicolò IV the humble request of a patron saint and protector of theirs. The request was accepted, but the Pope wanted it to be the same city to choose it.

Statua di San Nicola

The Drawing

The Salemites, in order not to give rise to unsuitable preferences, decided to pull the name of the saint by lot. They wrote on paper pieces the names of many saints, placed them in a small box and decided that the first name of saint extract would be that of their patron. In the presence of the jurors of time, the name of S. Nicola of Bari was extracted, perhaps disappointed by this choice, repeating the operation and for two more times the name of the glorious Bishop of Mira came out. Then the choice of St. Nicholas to their patron was greeted with joy by the Salemites.

In his honor he dedicated a fair. It is also reported that by the intercession of the Saint with the Madonna, in San Biagio and St. Francis Salemi was saved by the anger God wanted to throw in 1740. In the central Piazza della Libertà to thank the Saint for protecting the city From the earthquake of 1794 a statue was erected.

y1pmk2_pTUuXQoENwqymWXpmP_hykDZP7C9CJooL-VdfZMrzF_vvwga0uktr14cp2-NpyZv231V0Ac

The statue of St. Nicholas

Built by the Gaetano Pennino sculptor, Gaetano Pennino, was placed in the center of the square in 1795 as a tribute to the Salemites to be escaped to the earthquake of September 4, 1794. Then, towards 1930, he was moved to where he is now and restored after the damage sustained by the earthquake Of ’68.

St. Nicholas Day

In honor of the patron saint of the city, St. Nicholas of Bari, Lu fistinu of St. Nicholas takes place. The festival is on December 6, even though it was also celebrated on 9 May, the date of the translation of the relics of the saint and the last Sunday of May in which the patronage was celebrated.

Stemma S Nicola


Go back to Piazza Libertà

[:Si]Storia del Patronato

Secondo lo scrittore Stanislao Cremona la scelta di S. NICOLA come patrono di Salemi è da legare a un periodo triste della città. Le truppe di Carlo D’Angiò, di ritorno dalla spedizione di Tunisi, sbarcate a Trapani, divulgarono il morbo per tutto il territorio circostante e soprattutto in quello di Salemi. I salemitani ricostruita la loro città, semidistrutta dalle guerre tra Angioini ed Aragonesi combattute nel loro territorio, timorosi che un altro tremendo flagello venisse a turbare la loro avanzarono a Sua Santità Nicolò IV l’umile richiesta di un Santo patrono e protettore della loro. La richiesta venne accolta, ma il Papa volle che fosse la stessa città a sceglierlo.

Statua di San Nicola

Il Sorteggio

I salemitani, per non dar luogo ad inopportune preferenze, decisero di tirare a sorte il nome del santo. Scrissero infatti su pezzetti di carta i nomi di molti santi, li deposero in una piccola scatola e decisero che il primo nome di santo estratto sarebbe stato quello del loro Patrono. Alla presenza dei giurati del tempo fu estratto il nome di S. Nicola di Bari, forse delusi di questa scelta ripeterono l’operazione e per altre due volte sempre venne fuori il nome del glorioso del Vescovo di Mira. Allora la scelta di San Nicola a loro patrono fu accolta con gioia da parte dei Salemitani.

In suo onore si dedicò una fiera. Si narra, altresì, che per intercessione del Santo insieme alla Madonna, a San Biagio e San Francesco il paese di Salemi fu salvato dalla collera Dio voleva scagliare nel corso del 1740. Nella centralissima piazza della Libertà per ringraziare il Santo di avere protetto la città dal terremoto del 1794 fu innalzata una statua.

y1pmk2_pTUuXQoENwqymWXpmP_hykDZP7C9CJooL-VdfZMrzF_vvwga0uktr14cp2-NpyZv231V0Ac

La statua di San Nicola

Realizzata dallo scultore palermitano Gaetano Pennino, fu sistemata al centro della piazza nel 1795 come ringraziamento dei salemitani per essere scampati al terremoto del 4 settembre 1794. Poi, verso il 1930, fu spostata dove si trova adesso e restaurata in seguito ai danni subiti dal sisma del ’68.

Festa di San Nicola

In onore del santo patrono della città, San Nicola di Bari, si svolge Lu fistinu di San Nicola. La festa ricorre il 6 dicembre anche se anticamente veniva celebrata anche il 9 maggio, data della traslazione delle reliquie del santo e ultima domenica di maggio in cui si celebrava il patrocinio.

Stemma S Nicola


Torna in Piazza Libertà

[:]